Gestire con Partita IVA i propri immobili in affitto: CasaTua Servizi Immobiliari

Avete acquistato una serie di immobili con lo scopo di capitalizzare il vostro patrimonio. Acquistare case con lo scopo di rivenderle è un ottimo investimento, ma è necessario comprendere come gestire questo improvviso afflusso di capitale. CasaTua Servizi Immobiliari, agenzia immobiliare con una ventennale esperienza nel settore, si propone di aiutarvi nel comprendere come gestire con Partita IVA i propri immobili in affitto.

Avete acquistato una serie di immobili con lo scopo di capitalizzare il vostro patrimonio. Acquistare case con lo scopo di rivenderle è un ottimo investimento, ma è necessario comprendere come gestire questo improvviso afflusso di capitale. CasaTua Servizi Immobiliari, agenzia immobiliare con una ventennale esperienza nel settore, si propone di aiutarvi nel comprendere come gestire con Partita IVA i propri immobili in affitto.

Primo passo: acquistare

Naturalmente, il primo passo da compiere è acquistare uno o più immobili con lo scopo di metterli in affitto. CasaTua Servizi Immobiliare copre un ampio territorio della penisola italica. Dal centro Italia, fra l’Umbria e il Lazio, fino al nord Italia, comprendendo le zone del comacchiese. CasaTua Servizi Immobiliare ha agenzie su tutto il territorio, in grado di consigliare anche il cliente più bisognoso. Inoltre, CasaTua Servizi Immobiliari offre un’adeguata intermediazione nell’acquisto d’immobili per mezzo di Aste Giudiziarie Immobiliari. Esso risulta essere uno strumento utile e indispensabile per chiunque desideri acquistare immobili con lo scopo di affittare.

Secondo passo: perché gestire con Partita IVA i propri immobili in affitto?

Secondo la proposta di legge del ministro dei Beni Culturali e del Turismo, la Partita Iva diventa obbligatoria superati i tre alloggi di affitto. La proposta di legge mira a tutelare il mercato immobiliare, considerando il dilagare degli affitti AirBnB. La piattaforma di house-sharing è specializzata in affitti brevi. Prima della proposta di legge, infatti, era possibile affittare un numero non limitato di immobili. Le spese venivano poi detratte come privato cioè, ad esempio, con cedolare secca. Infatti, immettere sul mercato più di tre immobili in affitto è considerata un’attività economica e professionale. Perciò è necessario gestire con Partita Iva i propri immobili in affitto e l’attività deve essere iscritta al Registro delle imprese.

 La norma, proposta nel febbraio 2020, entrerà in vigore a partire dal 2021. Di fatto, prevede che chi destina più di tre appartamenti a locazioni di durata inferiore di 30 giorni, non può più beneficare della cedolare secca. Dovrà invece gestire con Partita Iva i propri immobili in affitto, essendo svolta in forma imprenditoriale. Lo scopo è naturalmente contrastare l’evasione fiscale, ma anche tutelare albergatori e strutture ricettive quali B&B e agriturismi. Sebbene la norma sia attualmente in discussione, è il caso di premunirsi tempestivamente ed essere a conoscenza di come gestire con Partita IVA i propri immobili in affitto.

perchè gestire con partita IVA

Sotto le tre unità abitative

Per chi affitta meno di tre unità abitative, non è necessario gestire con Partita IVA i propri immobili in affitto. La norma dispone: “Il regime fiscale delle locazioni brevi di cui all’articolo 4, commi 2 e 3, del decreto-legge 24 aprile 2017, n. 50, convertito, con modificazioni, dalla legge 21 giugno 2017, n. 96, con effetto dal periodo di imposta relativo all’anno 2021 è riconosciuto in caso di destinazione alla locazione breve di non più di tre unità abitative”. Dunque, chi cede in locazione fino a tre unità abitate, può usufruire delle agevolazioni previste per le persone fisiche, cioè utilizzare il regime d’imposta agevolato della cedolare secca che prevede l’aliquota del 21%. Il problema si pone nel caso in cui si desideri immettere nel mercato più di tre immobili: in tal caso il privato dovrà gestire con la Partita IVA i propri immobili in affitto.

Gestire con Partita IVA i propri immobili in affitto: normativa vigente per Bed&Breakfast

Se si desidera acquistare una serie di casali, come quelli in vendita sul sito di CasaTua Servizi Immobiliari, allo scopo di convertirli in Bed&Breakfast, è bene sapere quale sia la norma vigente in merito. Innanzitutto, le attività ricettive come Bed&Breakfast, case vacanze e affittacamere rientrano nella gestione delle leggi regionali. Se l’attività è occasionale, non sarà necessario gestire con la Partita IVA i propri immobili in affitto. Diversa è la questione se si tratta di un’attività continuativa, che renderà obbligatoria la Partita IVA. In quanto, a tutti gli effetti, la continuità lavorativa la rende un’attività commerciale.

Come gestire immobili in affitto

Come gestire con la Partita IVA i propri immobili in affitto

Sarà utile sapere che se si apre una partita IVA in proprio, il costo sarà pari a zero. Se l’apertura è invece sottoscritta da un professionista, comunemente un commercialista, naturalmente sarà necessario pagare una parcella. Ma quali sono i pro e i contro di aprire una Partita IVA? Naturalmente aprire una Partita IVA significa esporsi a maggiori rischi. Oltre alla responsabilità propria, naturalmente è necessario rispondere della gestione fiscale dell’attività. Vi sono scadenze per la dichiarazione dei redditi, il versamento di imposte, contributi ed anticipi. D’altro canto, al di là della possibilità di lavorare in proprio, vi è un vantaggio a livello finanziario: se si sceglie il regime forfettario, per i primi cinque anni di attività di può beneficiare di una riduzione del 5%, rispetto all’imponibile già sussistente del 15%. Insomma, tutto in regola e meno tasse.

Acquistare ed affittare i propri immobili è ancora un investimento

La nuova legge rispetto all’obbligo di gestire con Partita IVA i propri immobili in affitto non deve spaventare. Acquistare ed affittare i propri immobili è davvero ancora un investimento. Un investimento talmente fruttuoso che lo Stato ha compreso che i profitti non possono continuare a non essere tassati, soprattutto a spese di chi le tasse le paga. Riassumendo brevemente: sarà obbligatorio gestire con la Partita IVA i propri immobili se sono superiori alle tre unità abitative. Non temete, quindi: se decidete anche solo di affittare un immobile, il regime continuerà ad essere quello agevolato della cedolare secca.

Acquistare con casatua servizi immobiliari

Affidarsi a CasaTua Servizi immobiliari per acquistare

Dopo una breve panoramica rispetto al regime di tassazione in atto per chi sceglie di affittare il proprio immobile, rimane poco da fare: acquistare il giusto immobile allo scopo d’incrementare il proprio patrimonio. Per questo, è necessario affidarsi a CasaTua Servizi Immobiliari. Tra gli appartamenti in vendita nella zona umbra, vi sono alcune delizie che facilmente si immetteranno nel mercato immobiliare, di prima qualità o di nuova costruzione.

Amelia si trova a una ventina di chilometri da Terni, in cui si trova il Polo Scientifico Didattico di Terni. Il che naturalmente la rende una città universitaria, utile per investimenti immobiliari al fine di affittare agli studenti. Ma non solo. L’Umbria è una meta turistica privilegiata sia per italiani che per stranieri. La sua conformazione la rende unica nel suo genere, con un paesaggio naturalistico invidiabile. Inoltre, la regione è attraversata da una storia romano-medievale che rende le sue città e i suoi borghi vere e proprie attrazioni artistiche. Acquistare sul territorio umbro con lo scopo di affittare gli immobili a uso turistico è un vero e proprio investimento.

 CasaTua Servizi Immobiliari è il servizio immobiliare ideale per comprare e vendere nel territorio del centro Italia. Affiancandosi a esperti del settore, sarà in grado di aiutare i suoi clienti nella gestione della compra-vendita. Non meno importante, potrà aiutare i potenziali venditori a gestire con la Partita Iva i propri immobili in affitto.

Confrontare